December 1 - 9, 2017 | MACRO via Nizza Rome
December 1 - 9, 2017 | MACRO via Nizza Rome
dicembre, 1º 2017, 7:00 pm | dicembre, 9º 2017, 11:30 pm
December 1 - 9, 2017
MACRO via Nizza, Rome Italy, Rome, Italy

Mutech

Mutech

Italy Salerno

Italy, Salerno
Giuseppe Guariniello, in arte Mutech, è un digital artist che attraverso video, installazioni e performances declina paesaggi audiovisivi complessi e raffinati.

Il suo mondo si nutre di stimoli che provengono da frammenti visivi di media obsoleti, di software che generano immagini dal codice e dalla matematica, di forme 3D che vengono trattate come fossero vecchie fotografie. Il tutto dà origine ad un racconto audiovisivo dove la sinestesia tra il suono e l’immagine crea performances ed installazioni potenti ed evocative grazie all'utilizzo di icone ancestrali.

Ha condiviso la consolle con artisti del calibro di Röyksopp, Jon Hopkins, Apparat, Tiga, Howie B, Neneh Cherry, Fatima al Qadiri, The Bloody Beetroots, Crookers, Barbara Morgenstern, Anja Schneider e molti altri. Nel 2008 diventa il visual artist testimonial del Nokia Trends Lab Tour.

Visual artist e creatore di installazioni per festival ed istituzioni italiane (MAXXI, Elettrowave, Audiovisiva, Flussi, Neapolis, Zètema, EXPO) ed internazionali (Prado - ES, Oddstream Festival - NL, Kunsthaus - UK, Netaudio Festival - UK).
Per Wired ha curato i visual per i concerti di Wired Next Cinema 2014 al MAXXI e di Wired Next Fest 2015, 2016, 2017 a Milano e Firenze.
Il suo percorso artistico, in evoluzione continua, spingere la sua ricerca in ambiti di indagine che fondono scienza, filosofia e misticismo. Da questa ricerca nascono nel 2010 “Ind - I need Darkness” e nel 2016 “SotS - Sound of the Spheres”, entrambi progetti multimediali, che attraverso l’output audiovisivo cercano di aprire le porte della percezione attraverso un'esperienza onirica.
Ind si declina negli anni in numerosi e sorprendenti lavori: nel 2012 al Planetario di Roma in occasione di Musei in Musica; nel 2013 nell’installazione concepita per This is Rome in cui centrale diventa il rapporto fra uomo e acqua, aria, terra e fuoco.

Nel 2015 ha portato la sua creatività all’Expo, all’interno del Padiglione Italia, ha curato la realizzazione della Chaos Room, un'installazione di suono e luce che attraverso sollecitazioni audiovisive fa riflettere sulla natura in rivolta contro l'uomo.

La performance a/v Sound of the Spheres è stata portata in scena in spazi come Il Planetario Ulrico Hoepli di Milano e il MAXXI di Roma.

LINKS

Performance